Azioni mirate al ripristino e alla conservazione degli habitat dunali e retrodunali in Molise

Lavori in corso per azioni concrete di conservazione (Az.C)


16 Gennaio 2016 | di Redazione Lifemaestrale

Lavori in corso per azioni concrete di conservazione (Az.C) Con l'inizio del nuovo anno sono partite le azioni concrete di conservazione delle azioni C. Esse rappresentano una parte sostanziale del progetto in quanto sono finalizzate alla conservazione, restauro e miglioramento per gli habitat obiettivo.
Esse consistono:
Azione C.1. Riqualificazione dell'habitat 2270* Dune costiere con Pinus pinea e/o Pinus pinaster
L'azione si propone di riqualificare 51 ha ascrivibili all'habitat 2270* Dune costiere con Pinus pinea e/o Pinus pinaster di proprietà del comune di Petacciato, che si estende nella fascia costiera del SIC Foce Trigno-Marina di Petacciato (CB).
Le modalità di intervento prevedono il miglioramento della composizione floristica e della struttura spaziale del popolamento vegetale mediante diradamenti selettivi mirati e eradicazione delle specie esotiche e/o alloctone; la ricostituzione dell'habitat 2270* tramite rinfoltimento con gruppi eterogenei per composizione floristica e mediante impiego di specie arboree e arbustive autoctone di provenienza locale da realizzarsi dopo i diradamenti in complessivi 51 ha.

Azione C.2 Protezione dell'avanduna con ricostituzione dell'habitat 2260 - Dune con vegetazione di sclerofille dei Cisto-Lavanduletalia
Si interverrà a protezione di un'area della superficie di 18 ha, di proprietà del comune di Petacciato, che si estende nella fascia costiera del SIC Foce Trigno-Marina di Petacciato (CB).L'azione C2 è finalizzata alla protezione dell'habitat 2270* tramite interventi di conservazione da realizzare nell'avanduna. Infatti lo status di conservazione dell'habitat 2270* è direttamente influenzato dallo status di conservazione dell'avanduna perchè la vegetazione psammofila e l'originaria macchia mediterranea svolgono una funzione di protezione e filtro dalla salsedine e dall'azione abrasiva della sabbia, per i boschi retrodunali e le pinete dell'habitat 2270*.

Azione C.3. Conservazione/riqualificazione dell'habitat 2250* Dune con ginepri
Si interverrà su un'area della superficie totale di 27 ha, di proprietà del comune di Campomarino, che si estende nella fascia costiera del SIC IT7222217- Foce Saccione - Bonifica Ramitelli. Il taglio selettivo previsto nell'azione C3 riguarda gli individui morti, depositati sulla sabbia e ancora in piedi di Pinus sp.pl. che di fatto creano un diffuso degrado dell'habitat 2250* e una scarsa rinnovazione delle essenze tipiche della gariga a cisti e della macchia a ginepri. Si prevede di rimuoverne 10 esemplari per ettaro in un'area core di 13,4 ha. Il materiale rimosso sarà comunque utilizzato per la predisposizione di barriere morte (graticciate, siepi morte, nuclei di rami) a difesa del consolidamento della duna.

Azione C.4. Ripristino dello stato di conservazione degli habitat 3170*-1510* Stagni temporanei mediterranei
L'azione intende garantire il mantenimento della presenza di acqua dal periodo autunnale fino alla tarda primavera nell'area demaniale del Comune di Campomarino ( SIC IT7222216 Foce Biferno - Litorale di Campomarino) ripristinando le caratteristiche idrologiche dei pantani retrodunali e rinaturalizzando il profilo dell'area in modo da favorire l'allagamento nei periodi di piena. Saranno, pertanto, effettuati lavori di movimento terra con eventuale smantellamento di opere rigide sia per rimodellare il profilo del canale di drenaggio sia per creare i necessari dislivelli nelle aree adiacenti ad esso. Il ciclo stagionale degli stagni sarà garantito mediante l'installazione di piccole opere di regimazione idraulica (paratoie ed elettropompe per il mantenimento dell'acqua nel periodo invernale e per l'eventuale prosciugamento nel periodo estivo).

Mentre le successive sono iniziate già da tempo:
Azione C.5. Realizzazione e apposizione di 400 bat box e un bat-roost artificiale per chirotteri
Le bat-box sono cassette-rifugio studiate per ospitare varie specie di chirotteri. L'azione, che sarà realizzata nel SIC Foce Trigno - Marina di Petacciato (IT7228221), prevede l'acquisto e il posizionamento di 400 bat box nelle aree idonee del Sito.
Tale attività consentirà di ovviare alla carenza o mancanza di roost e siti di rifugio/riproduzione nel SIC, seguendo uno schema che nell'ultimo decennio si è diffuso prevalentemente in Europa e nell'Italia settentrionale, finalizzato a compensare la riduzione di aree idonee per lo svernamento e la riproduzione della chirotterofauna.

Azione C.6. - Propagazione e conservazione ex-situ di specie native che caratterizzano gli habitat prioritari 2270* e 2250*
L'azione ha come obiettivo la raccolta di semi e talee di ecotipi locali di specie legnose native che compongono gli habitat prioritari 2250* e 2270*, la successiva propagazione in collaborazione con il Vivaio Forestale Regionale di Marinelle (presso il sito SIC Foce Trigno-Marina di Petacciato) e la conservazione ex situ presso la Banca del Germoplasma
del Molise (Università del Molise).



CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Life Maestrale Logo

2012 - Tutti i diritti riservati
Centro Studi Naturalistici
info@centrostudinatura.it

Fotografie: M. Caldarella,
L. Lucchese, W. Caterina,
S. Fusco, M. Ferreira

Design: sinkronia studio

Cookie Policy